bacia brucia ama USA

bacia

Socchiuse, due paia di labbra si sono incrociate, slegate, serrate. Ricordano il mare quando incontra la sabbia sulla riva: singoli colori e calori in collisione in un unico tremore.

brucia

Tremanti, due cuori si scontrano affranti. L’incomprensione a braccetto con la diversità, dame di compagnia sotto un ombrellino di pizzo al riparo dal sole scottante di agosto.

ama

Agognati, i momenti di spensieratezza a rincorrersi nei campi di papaveri con le mani stracolme di fragole rosse. Amalgamate in un frullato da bere in un sorso, il sapore di buono espanso nell’aria.

USA

Arrivati, le strade si diramano. I segnali lampeggiano, confondendo anime in travaglio. Per sbaglio, sguardi voltati verso un paese lontano, di tuberi fritti e stelle e strisce.
Due biglietti, un bacio, due cuori, una strada.

Un po’ ci si am(eric)a, un po’ ci si USA.

 

(Bacia brucia ama usa– Leo Pari)

Annunci

girotondo

gir

vai su, vai giù

ma cosa ti diverti a fare?

non sarai mica l’unico al mondo a saper volare

non vedi gli uccelli che voli pindarici

non vedi le menti che decolli platonici

vado su, vado giù

voglio dare un bacio a chi voglio io

non mi vergogno di saltellare come fanno le onde del mare

tu non ne sei capace

tu non sei salace

e tu che ti inventi parole

non capisci a cosa serve mangiare

a sostenere il tuo corpo che sembra un capriolo

senza quel biscotto affettato spalmato di crema bicolore

il tuo alito in bianco e nero

mi guardo un film

che parla di ragazzi che si disfanno di pupazzi

io ne stringo uno morbido ma senza una zampa

il girotondo non si può completare

prendo una corda e circondo il mare

guarda in su

guarda in giù

dai un bacio a chi vuoi tu

tutti giù per terra

gir