conCIati per la festicCIola

collagetot

Cinguettano i passerotti. Cin cin: in alto i calici, si picchiano vicini. Concitate, le convitate cominciano a pesticciare in terra, disegnando con tacchi vertiginosi vortici di polvere. Compiaciuti, i convitati ciaccolano critici davanti allo spettacolo quasi cinematografico.

Cinguettano lontani i passerotti. Il ciano lascia spazio al rubino, il cielo accigliato si cinge di stelle. Cin cin: in alto i vassoi, si picchia l’argenteria. Supporti plastici accolgono cibi succulenti e fauci voraci divorano celermente.

Non cinguettano ormai più i passerotti. Vestiti succinti ricominciano a spaziare, lasciando dimenare i corpi che avviluppano. Cin cin, tip tap, boogie-woogie: in alto i morali, si picchia l’infelicità. Ciocche di capelli ciondolano dalle demolite pettinature. Colli di camicie si riempiono di pieghe e impronte di lucidi per labbra.

Cinguettano i passerotti. Cin cin: in basso le ciglia, si picchia il sonno. Ciaspolate per rincasare dopo il frastuono circense. Girovaghi vagabondano su biciclette cigolanti .

Drin drin: i citofoni cinguettano. Cin cin: in alto le tazze di latte, si picchiano i manici prima di coricarsi, prima che i passerotti principino di nuovo col cinguettare.

collage13

Annunci