un caSO che diventa caOS

CASO
arrivi
te ne vai
non sai più dove stai
il nome che hai
la voglia ormai
partita di testa
finita la festa
ricordi soltanto
un brutto momento
di pioggia e vento
firma sul testamento
testa nel firmamento
arrivi
te ne vai
non sai più che fai
il sapore di cui sai
saponetta di marsiglia
logora si meraviglia
contando le miglia
del viaggio di ritorno
verso il posto di non ricordo
arrivi
te ne vai
non sai più come mai
il dentifricio terminato
il biglietto obliterato
non ti resta che partire
restare è solo soffrire
prendi i guanti di lana
rossa che pizzica
tanti fili e nessun legame
lo scudo per il mondo infame
CAOS
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...