Oramai fra di noi solo un passo.black-swan-movie-trailer-270810-1
Io vorrei… non vorrei… ma se vuoi…

 

 

 

Quante volte vorremmo, ma, al tempo stesso, non vorremmo.

La soluzione? Affidare all’ altro, al prossimo, a colui che ci sta più vicino. Non importa se si tratta del cane, di un libro, di una persona a cui vogliamo bene.“Scolpevolizzarsi”, ammettendo un neologismo coniato sul momento. Quel “se vuoi” ha il potere di scaricare la colpa interamente sulla cosa con cui stiamo interagendo. Se ci sentiamo affranti, è colpa del cane perché non ci aiuta a superare la crisi con la sua incapacità di interloquire. Se vogliamo liberare la mente, riponiamo la nostra persona nelle pagine di un libro, con la vana speranza che possa farci volare sulle cosiddette ali di carta. Se vogliamo amare una persona, ci poniamo volontariamente dei limiti, degli ostacoli, dei “passi” affinché emergano tutte le impossibili combinazioni.

“È colpa sua e della sua inaffidabilità se non siamo riusciti a mostrare fiducia.”
“È colpa sua e del suo orgoglio se non siamo riusciti a parlare, a conoscersi.”
“È colpa sua e della sua instabilità psicologica se non abbiamo trovato una sintonia.”

Classiche frasi che si dicono quando ci si rende conto di aver fatto vanificare un rapporto in cui speravamo un’evoluzione. E la colpa naturalmente ricade nell’ altro.

Riconosciamo, in un primo momento, la propria volontà, il proprio desiderio. Retrocediamo quando ammettiamo di avere una parte fondamentale in quel rapporto. Affidiamo il tutto all’ ipotetico caso del “se vuoi”, annullando la vera partecipazione e limitandoci a recitare da bravi attori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...